Lavora con noi: vuoi partecipare a una selezione per un lavoro che non esiste?

1 luglio, stop alla tutela per le piccole imprese

fine tutela pmi
Consigli d'Energia|News

1 luglio, stop alla tutela per le piccole imprese

Il 1° luglio è una data storica per l’energia in Italia, perché inizia ufficialmente a funzionare il meccanismo di fine tutela del mercato dell’energia elettrica, per il momento limitato alle PMI, ovvero le imprese con un numero di dipendenti tra 10 e 50 o un fatturato annuo tra i 2 e i 10 milioni di euro, oppure che abbiano potenza impegnata superiore ai 15 kW. Ma cosa vuol dire “fine tutela”?

La fine del mercato di maggior tutela 

Significa che dal 1° luglio non è più previsto il mercato tutelato e, se nel corso di questi mesi non si è scelto un operatore nel mercato libero, in base alle aree territoriali di appartenenza le PMI verranno “affidate”, per i prossimi 3 anni, al venditore convenzionato che si è aggiudicato l’asta indetta da ARERA per il servizio nel territorio, che erogherà il Servizio a Tutele Graduali. Nello specifico, i vincitori delle varie aste territoriali sono stati i seguenti fornitori: 

  • Lazio, Lombardia, Veneto, Liguria e Trentino-Alto Adige: A2A Energia; 
  • Campania, Marche, Umbria, Abruzzo, Molise, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna: Hera Comm; 
  • Friuli-Venezia Giulia, Valle d’Aosta, Puglia, Toscana e Comune di Milano: Iren Mercato; 
  • Piemonte ed Emilia-Romagna: Axpo Italia. 

Le condizioni contrattuali previste 

Le condizioni contrattuali sono quelle previste dalle offerte Placet, quindi a prezzo libero ma a condizioni equiparate di tutela ma le condizioni economiche per la spesa della materia energia saranno basate sui prezzi di aggiudicazione delle aste. In ogni momento, nel corso di questi 3 anni, è possibile scegliere un fornitore che opera nel mercato libero 

L’importanza di un fornitore vicino  

Il meccanismo delle aste porterà, quindi, automaticamente molte piccole imprese a entrare in fornitura con realtà distanti da loro, senza avere neanche la certezza di un prezzo favorevole e senza la possibilità di avere a portata di mano il proprio fornitore, qualsiasi sia l’esigenza che dovesse verificarsi. 

In quest’ottica affidarsi a un fornitore davvero vicino all’attività, sia in termini geografici che in termini operativi, diventa davvero essenziale. Il perché è presto detto: la vicinanza garantisce un servizio di assistenza e consulenza continuativo, la velocità nell’intervento, la possibilità di affidarsi a persone che si conoscono davvero e che, aiutando i clienti e fornendo loro una consulenza professionale e qualificata, li aiutano a non sentirsi solo un altro numero. 

Scopri le soluzioni che NoiEnergia ha riservato per le aziende cliccando qui oppure contatta il nostro Servizio Clienti e fissa un appuntamento con uno dei nostri energy advisor. 

L’energia è davvero vicina a te!