Lavora con noi: vuoi partecipare a una selezione per un lavoro che non esiste?

“Te Al Centro” numero 15, ospite Giuseppe Giangregorio

IMG Anteprima VIVA - Te al centro - Giuseppe Giangregorio - San Marco Gelati
te al centro

“Te Al Centro” numero 15, ospite Giuseppe Giangregorio

Nuovo anno, prima nuova puntata, nuovo ospite ma sempre lo stesso format, sempre la stessa la stessa voglia di raccontare storie positive che nutrono e fanno fiorire il tessuto territoriale locale. Anche in questo 2021 appena cominciato torna l’appuntamento con “Te al Centro”, il format video ideato e realizzato da NoiEnergia e che punta far conoscere le storie di successo del territorio, quelle realtà locali d’eccellenza che con la propria piccola grande storia segnano la vita sociale ed economica della collettività.

L’ospite di Te Al Centro: Giuseppe Giangregorio

L’ospite di questa puntata porta con sé un nome che per la città di Molfetta e tutto il circondario è praticamente un’istituzione, San Marco Gelati con l’amministratore Giuseppe Giangregorio.

Giuseppe Giangregorio, titolare di San Marco

La storia di San Marco Gelati

La storia di San Marco nasce nell’ormai lontano 1947, in quel piccolo chiosco nel centro di Molfetta, a cavallo tra la villa comunale, corso Dante e la città vecchia, il cuore pulsante della città dove si concentra la vita sociale, religiosa e culturale della città, che è allo stesso tempo laboratorio artigianale e punto di vendita del gelato, uno degli alimenti amato da tutti. In fondo con le sue infinite declinazioni di gusto, il gelato riesce a soddisfare e mettere d’accordo tutti, e a Molfetta il nome e i prodotti di San Marco sono inevitabilmente legati ad un dolce ricordo nella mente e nel cuore di tutti i consumatori, sia quelli residenti in città, sia quelli lontani che si trovano all’estero e che ogni volta che tornano nel loro luogo d’origine non possono rinunciare ad un buon gelato.

L’evoluzione di San Marco

Quella di San Marco non è solo una bella storia sentimentale della tradizione, ma è, soprattutto oggi con la guida di Giuseppe Giangregorio, la storia di un marchio che ha saputo valicare le pareti di quel chiosco ma ha saputo anche valicare i confini regionali e nazionali. L’esperienza decennale dell’artigianalità ha sposato la causa dell’innovazione e di una visione di un allargamento del mercato, raggiungendo importanti risultati non senza alcune difficoltà. Come ci dice lo stesso Giuseppe,

Il nostro percorso è costellato di obiettivi raggiunti e tanti altri da raggiungere ancora, con dedizione al prodotto ma soprattutto verso il consumatore che rimare il punto focale verso cui orientare la produzione; certo non sono mancate le difficoltà e anche qualche caduta, ma sono da sempre convito che proprio da questi eventi negativi un’azienda possa trarre il miglior insegnamento per riprovarci e fare meglio.

La crescita di San Marco

Certamente l’azienda di Giangregorio ha saputo imparare tanto, spingendo oltre le proprie possibilità per aumentare l’offerta che ha subito incontrato la domanda delle grandi catene di vendita e altresì la domanda dei mercati esteri. Tutto questo ha portato al trasferimento della produzione in una grande nuova struttura innovativa nel cuore della Zona industriale di Molfetta e in particolare alla presenza dei prodotti San Marco nei supermercati afferenti a grandi catene italiane ma anche in punti vendita all’estero, arrivando in Francia, Belgio e Spagna, solo per citarne alcuni; inserendosi in un mercato da sempre caratterizzato da grandi marchi della catena del freddo e sapendo ritagliarsi il proprio spazio.

La video intervista

Nonostante tutto San Marco Gelati è rimasto legato alle proprie origini molfettesi, con una produzione che ostinatamente vuole rimanere nella città in cui tutto è nato; continuando a essere in gelato dei molfettesi ma anche quello dei consumatori di mezza Europa.

Per vedere l’intervista completa a Giuseppe Giangregorio e conoscere altri particolari della storia di San Marco non vi resta che vedere la puntata completa di “Te al Cento” sui nostri canali social e sul nostro sito.