Lavora con noi: vuoi partecipare a una selezione per un lavoro che non esiste?

Gli abusi edilizi e il SuperBonus 110%

Superbonus_Abusi_Sito
SuperBonus

Gli abusi edilizi e il SuperBonus 110%

Negli scorsi mesi diverse pratiche relative al SuperBonus 110% non sono state approvate a causa di abusi edilizi riscontrati nel corso dei primi sopralluoghi. In alcuni casi, però, i richiedenti hanno sollevato dei dubbi circa la bontà di questi rifiuti, come nel caso da cui ha avuto origine, come riporta Edilportale, un’interrogazione da parte di due parlamentari. In risposta all’interrogazione il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha dichiarato che anche gli edifici che presentano irregolarità potranno usufruire del Superbonus. 

Questa risposta, ovviamente, non vuol dire che tutti gli edifici interessati dagli abusi edilizi siano ammessi ad usufruire del bonus. 

SuperBonus e abusi edilizi: il caso in oggetto

È importante specificare che gli abusi edilizi non sono tutti uguali. Infatti il caso in oggetto riguarda un condominio, costruito diversamente dal progetto originario e insanabile dal punto di visto urbanistico, per cui era stata pagata una sanzione dai condomini, interessati a realizzare gli interventi con l’agevolazione prevista dal SuperBonus. 

I lavori interessati dal bonus, infatti, sono realizzabili con la presentazione della CILA (comunicazione di inizio lavori asseverata) che non richiede l’attestazione dello stato legittimo previsto dal Testo Unico dell’edilizia. A disposizione dei contribuenti, specificatamente per accedere alle detrazioni, è stata creata la CILAS, un modello di CILA specifico da utilizzare per gli interventi di efficientamento energetico e i lavori antisismici (e non per i lavori di demolizione e ricostruzione). La CILAS, che ha certificato che l’attestazione dello stato legittimo degli immobili non è necessaria, ha comunque destato in qualcuno dubbi perché si rischia che siano tacitamente sanati eventuali abusi.

superbonus 110 abusi edilizi

Il Superbonus e la detrazione con abusi edilizi

In realtà la CILAS separa nettamente l’aspetto fiscale da quello della regolarità edilizia, senza intaccare le prerogative di controllo delle amministrazioni comunali. Gli abusi restano abusi, ma in casi specifici non pregiudicano la possibilità di portare a termine l’intervento complessivo. Una semplificazione che in molti casi, ovvero quei condomini con molte unità immobiliari, salverà la situazione e permetterà di accedere alle detrazioni, evitando che le irregolarità di pochi pregiudichino la possibilità di far partire i lavori. 

Se vuoi conoscere condizioni e requisiti per accedere al SuperBonus, o se vuoi scegliere NoiEnergia come Referente Unico, clicca qui e compila il modulo per inoltrare la tua richiesta.