fbpx
Energia eolica: come funziona e cosa comporta - NoiEnergia

Energia eolica: come funziona e cosa comporta

Che cos’è l’energia eolica?

[div class=”col-1-1″ ]

L’energia eolica è considerata una delle energie rinnovabili più importanti del nostro Pianeta. Ottenuta grazie all’azione del vento, elemento naturale in grado di generare una quantità di energia, è tra le fonti rinnovabili di energia più utilizzate dai Paesi che investono in sostenibilità ambientale e sistemi alternativi di produzione dell’energia.

[div class=”col-1-1″ ]

L’energia eolica è una delle fonti di energia pulita più sfruttate e distributie, soprattutto perché gli effetti che ha sull’ambiente sono molto meno dannosi di quelli che provoncano le fonti di energia non rinnovabili comunemente utilizzate.
In Europa il primo paese ad utilizzare il vento come fonte di energia pulita è la Danimarca, che dal 2011 genera più di un quarto della sua energia elettrica dal vento, mentre a partire dal 2010 la produzione di energia eolica è cresciuta con stime del 25% annuo in tutto il mondo.

Come funziona l’energia eolica

[div class=”col-1-1″ ]

Se pensiamo all’energia eolica ci viene in mente il sistema di pale molto simili a un mulino a vento, che si chiama aerogeneratore. Il funzionamento è lo stesso, quindi, dei mulini a vento, e si basa sul quella che viene chiamata pala eolica. Questa pala viene contrapposta alla potenza del vento e costretta a ruotare, generando energia cinetica. Le pale eoliche sono collegate a un rotore che trasferisce l’energia meccanica di rotazione all’albero, che sorregge le pale eoliche, e infine al generatore elettrico. Il funzionamento di una turbina eolica si basa sul movimento rotatorio: quando il vento fa girare le pale eoliche, il rotore gira l’albero che azionerà il generatore, trasferendo energia necessaria che verrà trasformata in energia elettrica.
Le componenti principali sono: la navicella, il rotore, la Torre di sostegno, i sistemi di misura, i sistemi di controllo e i sistemi accessori.

Energia eolica: i vantaggi

I principali vantaggi dell’energia eolica sono:

  • il vento è una fonte inesauribile, abbondante e disponibile;
  • un parco eolico occupa una superficie non esageramente grande;
  • l’energia eolica è una fonte di energia pulita con un bassissimo impatto ambientale. Non produce gas tossici e le turbine hanno un ciclo di vita molto lungo;
  • la superficie in cui viene installato un impianto eolico può essere ripristinata facilmente;
  • i costi di un impianto eolico e la manutenzione delle turbine sono minori rispetto ad altre tipologie di impianti.

Energia eolica: gli svantaggi

L’energia eolica comporta però anche degli svantaggi, in quanto richiede condizioni particolari da rispettare affinché venga garantita la produzione di energia pulita ad un costo efficiente. Questi sono

  • in un parco eolico con grandi turbine eoliche,ènecessario un vento con direzione regolare e una velocità di oltre 12 km/h perché sia efficace;
  • il vento è imprevedibile. Non è mai possibile stimare un esatto piano di rientro dell’investimento;
  • le grandi centrali eoliche hanno un forte impatto paesaggistico.

I parchi eolici

[div class=”col-1-1″ ]

Difficilmente un aerogeneratore è “solo”. Per questo motivo ci si riferisce spesso a “parchi eolici” quando decine, se non centinaia di generatori vengono concentrati in una zona favorevole alla produzione di energia.Esistono parchi eolici on-shore, near-shore ed off-shore.
I parchi eolici on-shore sono riferiti a parchi distanti almeno 10 km dal mare, solitamente in grandi pianure favorevoli a correnti di vento costanti.
L’energia eolica near-shore comprende tutti gli impianti sulla costa, fino a 10 km di distanza. L’energai eolica near-shore è caratterizzata dal tentativo di sfruttare i venti che provengono dal mare.
L’energia eolica off-shore, invece, riguarda impianti più stabili, che forniscono più energia (poiché velocità e costanza del vento lontano dalla costa forniscono condizioni migliori alla conversione dell’energia) e possiede un minor impatto visivo. Il rovescio della medaglia sono i costi di realizzazione e manutenzione, notevolmente più alti.

L’energia eolica e il fabbisogno domestico

[div class=”col-1-1″ ]

Esistono impianti eolici adatti alla produzione domestica di energia elettrica, sia case sia condomini, che prevedono due tipologie principali di generatori eolici. Queste tipologie sono l’impianto eolico domestico ad asse verticale e l’impianto eolico domestico ad asse orizzontale. Occorre però valutare bene le condizioni meteorologiche del luogo in cui si trova l’abitazione. Questo perché tutte e due le tipologie di generatori richiedono una velocità minima del vento tra i 3 e i 5 metri al secondo e, in caso di elevate velocità, gli impianti si bloccano per ragioni di sicurezza. L’energia prodotta in eccesso, esattamente come con l’energia fotovoltaica, può essere rivenduta.

L’energia eolica in Italia

[div class=”col-1-1″ ]

In Italia l’ANEV, l’ Associazione Nazionale Energia del Vento, è l’associazione di protezione ambientale, riconosciuta ai sensi della Legge 8 luglio 1986 n. 349, nata nel luglio 2002 che vede riuniti circa 70 aziende che operano nel settore eolico.
Tra gli scopi dell’Associazione c’è quello di concorrere alla promozione e utilizzazione della fonte eolica, nonché promuovere la ricerca e lo sviluppo tecnologico finalizzato all’utilizzo della risorsa vento e all’uso razionale dell’energia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi