fbpx

Curiosità sull’energia: scoprile insieme a NOI

Curiosità sull’energia: quanto e cosa sai di questo mondo affascinante? L’energia è tutta intorno a NOI. La utilizziamo ogni giorno, 24 ore su 24, in tante forme diverse, anche durante le ore di sonno. Tutto si basa sul consumo di energia: quella in cui il nostro corpo trasforma il cibo, quella che permette all’auto di portarci, i condizionatori che ci aiutano a stare al fresco durante l’estate o il riscaldamento che teniamo acceso d’inverno per stare al caldo. Eppure, ci sono alcune cose di cui non tutti sono a conoscenza, e che sono davvero sorprendenti da sapere. 

Per esempio, sapevi che non è vero che gli elettrodomestici in standby non consumano energia? E che se potessimo catturare tutta l’energia solare che raggiunge la terra in un solo minuto, il fabbisogno energetico mondiale sarebbe soddisfatto per un intero anno? Ecco  particolarità e fatti interessanti sull’energia che forse non tutti conoscono!

Curiosità sull’energia

  • Sfatiamo un mito, come detto poche righe più su: gli elettrodomestici (perlomeno la maggior parte) consumano energia anche quando sono in fase di standby. Ricordate di spegnerli!
  • Le vecchie lampadine a incandescenza utilizzavano, per fornire luce, il 10% dell’energia prodotta,; il restante 90% veniva disperso in calore. Le lampade a risparmio energetico, invece, hanno invertito questo rapporto: ora è la dispersione del calore a essere il 10%, mentre il 90% dell’enegia prodotta viene utilizzata per produrre luce
  • Allo stesso modo, ricordate di spegnere le luci ogni volta che si passa da una stanza all’altra. Questo aiuta a risparmiare, ma solo se non avete scelto di utilizzare le lampadine fluorescenti compatte, le cosiddette CLF. Se a casa avete queste lampadine, potete anche non spegnerle se pensate di mancare per poco tempo da una stanza. Infatti per queste lampadine la continua accensione e spegnimento comporta un deterioramento più veloce.
  • L’ora legale è una risorsa importante per la terra. Lo spostamento delle lancette, infatti, permette di guadagnare un’ora di luce, che si traduce in un risparmio più che consistente. Eh già! Stando a quanto dichiarato dal Sun Magazine, nel 2008  gli scienziati hanno dimostrato che il passaggio all’ora legale ha permesso un risparmio pari allo 0,5% di elettricità. Se la percentuale sembra minuscola, sappi che è la quantità totale di energia elettrica consumata da centomila case in un intero anno: parliamo di 1,3 miliardi di kilowattora.
  • Le auto elettriche contribuiscono a ridurre l’inquinamento nelle nostre città, certo. Ma se l’elettricità che viene usata per ricaricare queste auto non dovesse provenire da fonti ricaricabili? L’inquinamento verrebbe prodotto in questo caso, dalle centrali elettriche produrre l’energia. Bisogna continuare a investire sulle energie rinnovabili!

Curiosità sull’energia rinnovabile

  • Esistono due gruppi fondamentali di energia: energia rinnovabile (geotermica, solare, idroelettrica, proveniente dalle biomasse ed eolica) e non rinnovabile (nucleare, combustibili fossili come il carbone, il petrolio e il gas naturale), che è la maggiore fonte di produzione di energia a livello mondiale. Le biomasse sono la più grande fonte di energia rinnovabile al mondo.
  • Tra le fonti non rinnovabili, il carbone è uno dei combustibili più usati, anche se non dappertutto. Secondo la World Coal Association (WCA),  associazione no profit e non governativa creata per monitorare l’industria del carbone, le riserve mondiali di carbone finiranno nel 2155.
  • A proposito di rinnovabili: la possibilità di poter usufruire dell’energia solare come unica fonte di approvvigionamento è un sogno, perché se potessimo catturare tutta l’energia solare che raggiunge la superficie della terra anche per un solo minuto, potremmo soddisfare il fabbisogno energetico di tutto il pianeta per un anno intero. Invece nonostante sia un’opzione molto interessante l’energia geotermica, quella generata per mezzo di fonti geologiche di calore, è ancora di difficile sfruttamento. 
  • La Norvegia, che è uno dei più grandi produttori di petrolio al mondo, si dedica fortemente anche alla ricerca per le innovazioni nel campo delle energie alternative. L’azienda pubblica norvegese, infatti, costruirà al largo della Scozia un parco eolico marino fluttuante, il primo al mondo del suo genere.
  • Dei primi 10 parchi eolici sulla terraforma (onshore), ben 8 di questi si trovano in Cina: a oggi il più grande è la Gansu Wind Farm. Invece il primato per il più grande parco offshore appartiene alla Walney Wind Farm, al largo delle coste del Regno Unito, nel mare d’Irlanda. A differenza di quelli onshore, i primi 10 parchi eolici maggiori al mondo si trovano tutti in Europa.

 

1
Ciao da NoiEnergia! In cosa possiamo esserti utile? Entra in contatto con il nostro Servizio CLienti
Powered by
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi