F

Disposizioni urgenti a favore delle popolazioni colpite dagli eccezionali eventi meteorologici verificatisi a partire dal 1°maggio 2023

In riferimento alla situazione emergenziale determinata dagli eccezionali eventi meteorologici che hanno interessato le popolazioni dell’Emilia-Romagna, Toscana e Marche, le misure introdotte dal Governo con il decreto-legge 61/2023 e dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con le Deliberazioni 216/2023/R/com (https://www.arera.it/it/docs/23/216-23.htm) e 267/2023/R/com (https://www.arera.it/it/docs/23/267-23.htm) disponendo a favore dei titolari forniture di energia elettrica e gas nei Comuni di cui all’Allegato 1 del decreto legge 61/23:

  • La sospensione dei termini di pagamento delle fatture per la fornitura di energia elettrica e gas emesse o da emettere per i Comuni colpiti dall’alluvione;
  • La sospensione delle azioni sulla morosità previste dalla regolazione dell’Autorità, per gli inadempimenti dei clienti, anche nel caso di morosità verificatesi prima degli eventi alluvionali;
  • La rateizzazione degli importi, i cui termini di pagamento sono stati sospesi sarà distribuita su un periodo minimo di 12 mesi, senza discriminazione e senza applicazione di interessi a carico dei clienti, ferma restando la facoltà di pagare in maniera non rateizzata al termine del periodo di sospensione o con un piano di rateizzazione di durata inferiore da concordare con il proprio fornitore.

Criteri di rateizzazione

Il pagamento delle rate, non cumulabili e di importo costante, avviene:

  • con una periodicità pari alla periodicità di fatturazione; 
  • con rate non inferiori a 20€; 
  • per un periodo pari a 12 mesi decorrente dalla data della comunicazione (ovvero entro 60 giorni dal 31 agosto).

In deroga a quanto indicato: 

  • Il cliente può incrementare la periodicità delle rate facendone espressamente richiesta; 
  • Il periodo di rateizzazione può essere ridotto in modo da consentire rate di almeno 20€. 

Se la fornitura prevede la fatturazione congiunta di energia elettrica e/o gas, le due rate potranno essere cumulate in un’unica soluzione. 

Le disposizioni non sono applicabili se l’importo complessivo da rateizzare risulti inferiore a 50€. 

Proroga del periodo di sospensione

Per i soli clienti maggiormente colpiti dall’alluvione, con la recente Deliberazione 390/2023/R/com dell’ARERA, è stata disposta la proroga su richiesta delle misure agevolative sopra descritte fino al 31 ottobre 2023. Per costoro, dunque:

  • sono sospesi i termini di pagamento delle fatture, degli avvisi di pagamento nonché delle eventuali rate in essere, la cui scadenza ricade nel periodo compreso tra il 1° maggio e il 31 ottobre 2023 (comprese le eventuali fatture relative ai corrispettivi previsti per nuovo allaccio, attivazione, disattivazione, voltura e subentro);
  • sono sospese le azioni di sospensione della fornitura per morosità sino al 31 ottobre 2023;
  • la rateizzazione automatica delle bollette non pagate, i cui termini di pagamento sono stati oggetto di sospensione, sarà attuata a partire dal 1°novembre 2023.

I clienti interessati dovranno presentare al proprio fornitore una richiesta di proroga corredata da una dichiarazione sostitutiva di atto notorio attestante che l’utenza è asservita ad un’abitazione/sede risultata compromessa nella sua integrità funzionale dagli eventi alluvionali del maggio 2023. L’istanza dovrà essere trasmessa entro il 31 agosto, a uno dei seguenti recapiti:

  • via mail (PEC o ordinaria) inserendo nell’oggetto “Proroga della sospensione dei termini di pagamento” agli indirizzi noienergia@pec.it o servizioclienti@noienergia.com;
  • NoiEnergia srl – c.so Vito Fornari 163, 70056 Molfetta (BA)

 

Saranno comunque accolte eventuali dichiarazioni che dovessero pervenire successivamente al 31 agosto, purché non oltre il 31 ottobre 2023. Per tutti coloro che invece non hanno diritto a beneficiare della proroga introdotta dalla Delibera 390/2023/R/com, la sospensione dei termini di pagamento e delle azioni di sospensione per morosità terminerà come già previsto il 31 agosto 2023.

Resta ferma, in ogni caso, la facoltà per il cliente di pagare le bollette entro la scadenza, senza usufruire di ulteriori sospensioni e piani di rateizzazione.